mercoledì 25 maggio 2016

Sung Sam Park

Nato a Soeul, Corea,  ha iniziato a dipingere all'età di dodici anni. Dopo la laurea presso l'Università Jung Ang nel 1973,  Park  si è recato in Francia, dove ha studiato pittura,  vivendo con altri giovani artisti a Parigi. Il suo stile artistico oggi riflette chiaramente l'ispirazione degli impressionisti francesi.
Tornato in Corea per breve tempo nel 1984 per partecipare  al  concorso d'arte promosso per i   Giochi Olimpici di Seoul del 1988, ricevendo una medaglia d'oro. Dopo le Olimpiadi, le opere  di Park sono state acquistate dalla Hyundai Corporation per l'esposizione permanente presso la loro sede aziendale.
Nel 1986, il Park è diventato un membro della giuria di Heart Association e la Mente artisti della Corea. Tornato in Europa vi  ha vissuto per i successivi quattordici anni, soprattutto in Francia, ma anche in Grecia e Cipro.  Mentre viveva a Cipro,è stato commissionato dal presidente di Cipro a dipingere il ritratto della First Lady.  In Europa ha  continuato a studiare e ad evolvere la sua visione di impressionismo e iperrealismo. Si è stabilito in diverse gallerie Eurpee  e continua ad esporvi ancora oggi.  Trasferitosi  negli Stati Uniti d'America nel 1994, continua a vivere sulla costa della California del sud.



































































































































lunedì 23 maggio 2016

Mark Pettit - Vedute di Venezia

Mark Pettit nasce nel Texas nel 1959. Ha studiato arte presso la Scuola di Belle Arti Shuler a Baltimora, Maryland.  Dedicando i suoi sforzi per belle arti, Pettit è stato in grado di studiare privatamente con diversi artisti importanti che hanno influenzato la sua direzione e la tecnica. Ha continuato a studiare presso la Scuola di Belle Arti Schuler a Baltimora, Maryland, una scuola dedicata agli insegnamenti di Jacques Maroger, autore di "La formula segreta e tecniche dei vecchi maestri." Maroger era un restauratore al Louvre e la pittura teorico che ha sviluppato una ricca, luminosa medio simile a quello utilizzato dal 17 ° secolo fiamminghi Masters. Questa procedura minuziosa consiste nel far olio nero e vernice mastice, e la macinazione dei pigmenti prime combinate con l'utilizzo della tela di lino innescato con biacca. Pettit sente questa formazione classica è stato prezioso per la sua capacità di raggiungere una qualità di vernice e luminosità raramente visto nell'arte di oggi. 
Il soggetto principale di oli di Pettit è il paesaggio panoramico americano e di Venezia. Combinando il suo stile con quello dei pittori fiamminghi e utilizzando mezzi personalizzati per creare vaste dimensioni, che porta i grandi spazi aperti all'interno con sensibilità e abilità. Pettit dimostra un legame unico tra classico e moderno nel suo paesaggio, la natura morta e dipinti europei. Pettit ha ricevuto il riconoscimento nazionale attraverso numerose mostre personali  e collettive di successo. I suoi dipinti sono rappresentati da diverse gallerie di prestigio in tutto il paese e il suo lavoro è in costante richiesta da alcuni tra i collezionisti più esigenti di tutto il mondo.















































































































sabato 21 maggio 2016

Dominic Rubio

Membro fondatore del gruppo di artisti  "Guevarra e Blumentritt" , Dominic Rubio è nato nelle Filippine, a Paete. Ha studiato presso l'Università di Santo Tomas al College of Fine Arts dove si è laureato in arti commerciali. Ha lavorato per un breve periodo  come artista in una delle più grandi agenzie pubblicitarie multinazionali nel paese, Puris Lintas di Manila. In seguito, ha vissuto e lavorato a Pearl Farm, un resort di lusso situato  a Davao del Sur. E 'stato qui che, come artista part-time in casa ha trovato il tempo per viaggiare in tutta la regione Caraga una regione delle Filippine posta nella parte nord-orientale dell'isola di Mindanao per conoscere le tribù Mandaya e Tiboli. Ha anche vissuto con i Bilaans ei Badjaos a sud di Mindanao.Rubio espone le sue opere , scavando sul tema delle donne, madre e figlio, la etnica filippina  nelle sue faccende giornaliere  in mezzo al paesaggio circostante. Nel 2003 alla Galerie Joaquin espone il suo soggetto preferito (le donne filippine). Da allora Rubio che è diventato uno dei preferiti tra i maggiori collezionisti in Asia, gli Stati Uniti e il Canada, tenendo importanti mostre ottenendo  un grande successo di pubblico.