mercoledì 9 ottobre 2013

L'arte naif di Ivan Generalic

Ivan Generalic



Ivan Generalic (1914-1992) Pittore croato. Ivan Generalic è considerato da molti come il più grande pittore croato ingenuo , oltre che uno dei più grandi pittori del 20 ° secolo . Nasce  a Hlebine , un villaggio nella regione croata della Podravina nel 1914 ,  nel cuore di una famiglia di contadini . 












Pittore autodidatta , si  raccontata che fin da  bambino disegnava  con pastelli ovunque, anche in sacchetti di carta nel negozio di suo zio .










Nel 1930   ha visto i suoi dipinti  Krsto Hegedušić, uno studente d'arte che più tardi divenne professore e  rimase impressionato da il lavoro di Generalic , lo incoraggiò a dipingere ed esporre le opere . 











Ivan  tiene la sua prima mostra nel 1931 Zagred con altri due contadini chiamati Mirko Virius artisti e Franjo Mraz . La mostra è stata un tale successo che ha portato alla nascita di nuovi artisti nella piccola città di Hlebine , così Generalic è considerato il fondatore della scuola " Hlebine " Croacia.













Nel 1953 espone a Parigi , dove ha anche vissuto e dipinto per un certo periodo.Egli divenne il più celebre pittore naif jugoslavo e la figura centrale di un gruppo di pittori naif, la  cosiddetta Scuola di Hlebine.











Ivan Generalic dipinse scene della vita di ogni giorno dal suo villaggio . I suoi dipinti ci permettono di vedere la vita del paese dal punto di vista interno. 











Sagre paesane , animali e bestiame, giorni di mercato , celebrazioni di festa , raccolti autunnali, coltivazione e alla produzione del vino ... tutto è diventato temi centrali nei dipinti Generalic . 












Il suo uso del colore aumenta la sua abilità di artista , trasformando le routine ordinarie della vita di villaggio in uno straordinario scenario.










Il suo stile , la forma e il contenuto hanno fornito l'ispirazione , la direzione e impulso per molti altri artisti  che sono emersi dalla Scuola di Hlebine . Il suo è un semplice ed espressivo stile folk  raffigurando scene contadine con costumi tradizionali, allegri festival, le morti tragiche o il  lavoro contadino. 











Eppure egli non sviluppa questa espressione di semplicità infantile attingendo alla sua forza principale, ma studiando pittura, concentrandosi in particolare sui problemi di prospettiva e lo spazio e il colore.









Anche da pittore affermato, ha sempre condotto una vita semplice, non dissimile dagli altri contadini della Podravina; tra le sue grandi passioni ci sono il calcio (da giovane ha giocato nella squadra Lipa di Hlebine), i piccioni che ha sempre accudito amorevolmente e la pesca nel fiume Drava.





























                  














1 commento:

  1. Posso pubblicare nel mio blog qualche quadro invernale di Generalic?Grazie

    RispondiElimina